Quando si dice lungimiranza...

Dal vocabolario Devoto - Oli si legge: “Lungimiranza: attitudine ad individuare i possibili sviluppi di una situazione, confortata da una notevole capacità di prevenirne o sfruttarne le conseguenze”. Per l’elettrificazione del villaggio di Porliod non se ne vede traccia! Ma prima di procedere con la pubblicazione di qualche interessante documento, alcune necessarie premesse:

  1. -quando negi anni ’50 sotto il villaggio è stata costruita la linea che serve Praz e Baravex, Porliod è stato tenuto all’asciutto anche perché i proprietari si sono forse dimostrati restii su possibili spese;

  2. -ad ogni tentativo successivo di ottenere l’allacciamento alla corrente, era il solito ritornello “eh ma allora non l’avete voluta!”;

  3. -tutte le amministrazioni comunali non si sono dimostrate particolarmente coinvolte dal problema, e comunque negli anni non hanno profuso impegno degno di nota per risolverlo;

  4. -anche la Sovrintendenza ai Beni culturali ha messo del suo, con l’aggiunta dei soliti pareri geologici più o meno confortati dall’esame della situazione sul posto;

  5. -le ultime iniziative che hanno portato alla realizzazione del lavoro che andiamo a descrivere si sono concretizzate solo perché era necessario allacciare le strutture a servizio della pista di fondo (garages, spogliatoio e biglietteria), sennò col piffero che Porliod veniva preso in considerazione!

1) La nostra richiesta, la risposta DEVAL

2) Una soluzione tecnica prospettata alla Giunta comunale

3) L’ articolo su La Stampa e  la prima lettera al giornale

4) Un nuovo articolo sul giornale, un anno dopo esatto

    (notate che la foto è la stessa!)

In seguito a questa lettera si creano dinamiche famigliari allargate che complicano non poco il quadro generale, e avviene inoltre un colloquio con funzionari Deval che conferma un atteggiamento di fatto: Noi siamo Noi e voi non siete...

5) Cedendo all’insistenza dei fratelli (che nel frattempo fanno ancora un tentativo presso l’Amministrazione di Nus) si scrive un’ultima lettera puntando più in alto, senza nessuna speranza di ottenere qualcosa.

6) Ed infatti, la risposta è in linea con le altre: abbiamo deciso così e smettetela di rompere le scatole! Come per l’Aeroporto, il Pirogassificatore, la prossima Stazione di distribuzione TERNA: chi detiene una qualsivoglia autorità (non importa se dipendente pubblico o eletto, dunque teoricamente al servizio del cittadino), non si esime dall’esercitarla con arroganza.                                                                                                    Quanto poi ad AUTOREVOLEZZA, è tutto un altro discorso.

Certo, come no!...

Una trattazione un po’ lunga, ma si spera di lettura istruttiva! Ed in tutto questo, il convitato di pietra della Giunta Comunale di Nus ha fatto la consueta figura del cioccolatino, per dirla con espressione locale.